testata


Dati positivi per il nuovo sistema di raccolta rifiuti A marzo diminuiti del 21% gli indifferenziati

Dal 1° gennaio 2017 è cambiato il sistema di raccolta dei rifiuti su tutto il territorio cheraschese. È stato esteso il “porta a porta” anche nelle frazioni che non erano ancora raccolta rifiuti cherascointeressate a questo servizio, e sono stati ridotti i passaggi per la raccolta dell’indifferenziato.

 

I dati del primo trimestre forniti dal Coabser, il Consorzio che raggruppa 55 Comuni, segnano un netto calo di rifiuti conferiti in discarica. A gennaio 2017 questi sono stati 158.700 kg contro i 186.480 dello scorso anno. Anche febbraio fa registrare una diminuzione con 138.960 kg raccolti nel 2017 contro i 166.540 del 2016. A marzo i dati parlano ancora in positivo: 144.970 kg raccolti contro i 212.500 dello scorso anno.

 

Nel primo trimestre 2017 si è quindi registrata una diminuzione del 21% complessivo rispetto all’anno precedente. «Come ogni cambiamento – spiega il consigliere Enrico Marengo – all’inizio qualche problema si è riscontrato, sia per quanto riguarda il “porta a porta” nelle frazioni che per la diminuzione dei passaggi. Si tratta di difficoltà fisiologiche, che sempre ci sono quando si cambia un servizio. I dati però confermano che la scelta fatta è quella giusta. La minor quantità di indifferenziata è stata ottenuta grazie all’impegno dei cittadini che hanno saputo accettare il cambiamento e adeguarsi al nuovo servizio. Ci sono ancora ampi margini per migliorare e per raggiungere i quantitativi di produzione pro capite imposti dalle normative, ma i dati forniti nel primo trimestre ci dicono che siamo sulla buona strada. Indicativamente dovremmo ridurre ancora del 10% circa l’indifferenziato Il nuovo sistema di raccolta si adegua agli altri comuni del Consorzio che già da tempo avevano due passaggi settimanali. – Conclude - C’è ancora qualche cittadino che purtroppo non rispetta gli orari di esposizione dei sacchetti in strada, stiamo lavorando sulla sensibilizzazione per rendere ottimale il servizio».

 

 

Cherasco, 10 maggio 2017