Il Comune

La Città

Servizi Online

Comunicati Stampa

La scelta, fatta già lo scorso anno, di spostare la Fiera del Vitello Grasso (in occasione della festa patronale del Cristo Risorto) la domenica mattina, anzichè il lunedì, anche per l’edizione 2018 ha accolto il favore dei partecipanti e dei cheraschesi.


Domenica 15 aprile sulla piazza degli Alpini oltre trenta i capi in mostra. Attorno l’esposizione di macchinari agricoli e, su piazza Gina Lagorio, la fiera commerciale. Ma il fulcro della mattinata è stata la presenza dei bovini che hanno fiera bestiame 2018attirato tanti allevatori ed esperti del settori.

A fine mattinata, come da tradizione, c’è stata la premiazione. Nella categoria “Vitelli grassi piemontesi femmine coscia” il primo premio è stato per Guglielmo Testa di Veglia di Cherasco, secondo e terzo Paolo Abrate di Fossano. Nella categoria “Vitelli grassi piemontesi della coscia maschi” il gradino più alto del podio è stato per la macelleria Manzo Daniele di Cherasco, secondo posto a Mauro Dotta di Narzole, terzo all’allevamento Tomatis di Cherasco. Nella categoria “Vitelli priemontesi castrati” primo e secondo posto per Paolo Abrate, al terzo posto Graziano Rovella di Cherasco. Viazzi Pierina di Narzole ha conquistato il podio e il terzo posto per la categoria “Castrati”, al secondo Carolina Vivalda di Cherasco. La macelleria Manzo Daniele ha vinto nelal categoria “Vitelli meticci maschi”, seguito dall’Azienda agricola La Fazenda di Centallo, terzo Mauro Dotta. Ancora all’allevamento Tomatis i tre premi per i “Vitelli meticci femmine”. Nella categoria “Vacche grasse piemontesi” il primo premio è stato per l’allevamento Tomatis, secondo Mauro Dotta. Oltre ai riconoscimenti per ogni categoria, anche quest’anno sono stati assegnati premi speciali: all’allevatore più anziano presente in fiera (Guglielmo Testa), al più giovane (Andrea Silvestro, classe 2001, dell’azienda agricola La Fazenda di Centallo) e all’allevatore con il gruppo più numeroso (Paolo Abrate).

Alla cerimonia di premiazione presente il sindaco Claudio Bogetti che ha evidenziato l’importanza della fiera, appuntamento storico, che permette di sottolineare come gran parte del territorio cheraschese sia a vocazione agricola.
Agnese Dogliani, consigliere comunale delegato all’agricoltura, ha voluto ringraziare tutti gli allevatori che non hanno voluto mancare all’appuntamento, intervenendo sempre numerosi, e i tanti sponsor senza i quali non si potrebbe fare la manifestazione.

A portare i saluti sono intervenuti anche l’assessore di Bra, Luciano Messa, e il sindaco di Narzole, Federico Gregorio. Presenti tutta la giunta cheraschese e i consiglieri Giuseppe Bonura e Sergio Barbero.

La fiera di aprile è anche un momento per far conoscere le eccellenze del territorio. Protagonista è la Salsiccia di Cherasco al Barolo, un prodotto che, seguendo un rigido disciplinare, concilia materie prime esclusivamente cheraschesi. Visto il successo dello scorso anno, anche per l’edizione 2018, i ristoratori cheraschesi hanno proposto nei loro menu il Quinto Quarto, piatti della tradizione contadina, per lungo tempo dimenticati e che oggi tornano sulle tavole in grande stile. Il Quinto Quarto è rappresentato dalle cosiddette “frattaglie” (fegato, animelle, trippe, lingua, rognone, ecc.). L’iniziativa è dell’Associazione per la tutela della salsiccia di Cherasco al Barolo nell’ambito di una campagna di sensibilizzazione alla riduzione dello spreco e del riuso.

La giornata di festa è proseguita al pomeriggio con la processione del Cristo Risorto, uno dei momenti più sentiti e partecipati dai cheraschesi, che per il maltempo, ha avuto luogo solo nella chiesa di Sant’Agostino.

 

 

Cherasco, 17 aprile 2018

Maria Tuninetti, classe 1917, ha compiuto 101 anni. Originaria di Carmagnola, ha vissuto per tanti anni a Bra dove, con la sorella Lucia, gestiva un laboratorio di sartoria, molto conosciuto. Avevano una clientela che arrivava anche da Maria Tuninetti 12 aprile 2018Torino e da tutta la Granda.
Vivace, la “sartina” ha sempre la battuta pronta e quando le si chiede il segreto per arrivare alla veneranda età in piena forma, risponde ridendo: “non mi sono mai sposata”. Era una bella ragazza Maria, andava a ballare al circolo ferrovieri di Bra ed è stata anche eletta “reginetta”. Se lo ricorda bene quel momento: «Che emozione, ma anche che vergogna. Mi hanno messo la fascia da reginetta, dato i fiori e fatto fare il ballo d’onore».


A festeggiare la simpatica sartina, giovedì 12 aprile 2018, oltre ai familiari e il personale della Casa di riposo di Cherasco, dove da qualche anno vive, il presidente Mario Palermo e la direttrice Alda Seghesio.


A portare un bel mazzo di rose rosse alla festeggiata da parte dell’Amministrazione comunale è stato il vicesindaco Carlo Davico: «Sono sempre momenti emozionanti questi compleanni. Sono persone che hanno tanto da raccontare e noi abbiamo tanto da imparare da loro. Parlare con Maria Tuninetti è davvero piacevole, si scoprono tanti piccoli aspetti della vita quotidiana di allora, di come si viveva, come ci si divertiva, si lavorava molto, ma si sapeva anche far festa in modo sano e genuino».

 

 

Cherasco 13 aprile 2018

L’ufficio Informagiovani di Cherasco cambia sede. Dai locali dell’associazione “Cherasco per i Ragazzi” è stato spostato all’interno della biblioteca civica, in via Monte di Pietà 38.

informagiovani cherascoSpiega l’assessore Elisa Bottero: «Il trasloco è stato reso necessario in quanto i locali che ospitavano l’Informagiovani saranno utilizzati dal vicino Museo della Magia che si amplia. La scelta della nuova sede è stata valutata come quella più comoda, fruibile ed, essendo all’interno della biblioteca, offre la possibilità di proporre anche incontri di tipo letterario, culturale, collaborare con la biblioteca».

Gli orari di apertura al pubblico dell’Informagiovani (che riaprirà i battenti da mercoledì 4 aprile) restano invariati: il mercoledì dalle 9 alle 12, il giovedì dalle 9 alle 13 e il sabato dalle 9 alle 12.

 

 

Cherasco, 29 giovedì 2018

 

Anche ad aprile la biblioteca civica di Roreto parla inglese. Lo fa con le letture per i più piccoli in due appuntamenti.

Biblioteca Roreto 2
Si inizia martedì 17 aprile 2018 con “The Canterbury Tales”, un viaggio per scoprire il mondo medievale.


Si torna il 24 aprile con “Much Ado About Nothing”, “Molto rumore per nulla”, una commedia di Shakespeare.


Le letture sono accompagnate da laboratorio e sono ad ingresso libero su prenotazione al 333 4047601.


Il progetto fa parte di Nati per Leggere Piemonte ed è sostenuto dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del programma ZeroSei.

 

 

Cherasco, 5 aprile 2018

Il cortile di una scuola è uno dei luoghi deputati alla ricreazione, socializzazione, incontro dei ragazzi. Questa particolare caratteristica ha fatto sì che nella progettazione di sistemazione dello spazio della scuola media “Sebastiano cortile scuole medie cherascoTaricco” di Cherasco siano stati coinvolti proprio gli studenti. Il progetto prevede la riqualificazione del cortile interno, oggi usato in quanto anonimo, privo di attrattiva.

L’Amministrazione comunale ha incaricato l’associazione VistaeSuono di “abbellire” lo spazio. Il sodalizio ha voluto far diventare i fruitori primi di questo spazio, i ragazzi che frequentano la scuola, attori della trasformazione. Ai docenti è stato proposto di convertire i laboratori di arte e design in un incubatore per raccogliere materiale di progettazione.
«L’idea – spiegano da Vistaesuono – ruota attorno all’intenzione di vivacizzare lo spazio trasformando il cortile in luogo da visitare, una vera piazzetta per la scuola ma anche per la città. Si è scelta la strada del “Tangram”, quindi puntando sulla logica del modulo che consente di costruire con misura e regolarità lo spazio, di stabilire un rapporto armonico tra le parti».

Il progetto prevede la realizzazione di un fondo drenante realizzato con resina a base cementizia, di colore chiaro. Si realizzeranno poi quattro tangram con la posa di piastrelle antiscivolo, risultato dei disegni elaborati nei laboratori con gli alunni. L’accesso al cortile sarà con una semplice pietra inclinata, rimuovendo l’attuale mini rampa in cemento.

«Partire dai ragazzi per realizzare un loro spazio – commenta l’assessore Massimo Rosso – significa dare loro la responsabilità di creare qualcosa di cui poi saranno i diretti fruitori, ma anche un’opera da consegnare agli studenti che verranno dopo di loro. La scuola è il luogo dove i nostri ragazzi trascorrono gran parte della giornata ed è importante offrire ambienti non solo sani e sicuri, ma anche belli, accoglienti. E far partire l’idea da loro mi sembra il modo migliore per renderli partecipi e non solo fruitori».

I lavori, per un costo di 40 mila euro, sono stati aggiudicati alla Lenta Group di Roreto di Cherasco.

 

 

Cherasco, 23 marzo 2018

Home - Comune di Cherasco - Via Vittorio Emanuele 79, 12062 Cherasco (CN) - PIVA 00478570047

Email URP: urp@comune.cherasco.cn.it - Posta Elettronica Certificata: cherasco@postemailcertificata.it