Il Comune

La Città

Servizi Online

La Mtm ha compiuto quarant'anni e ha festeggiato con dipendenti e famiglie. «Oggi possiamo definire l'Mtm una bella signora quarantenne che gode di ottima salute. Il futuro dipende da ognuno di noi, ognuno con il proprio ruolo. Questa è la festa dei lavoratori che hanno contribuito a raggiungere un importante traguardo. Abbiamo voluto aprire l’azienda alle famiglie, per far conoscere loro il luogo dove trascorriamo gran parte delle nostre giornate» ha introdotto il Direttore Generale Massimiliano Fissore.

Sul palco il fondatore dell’azienda, Mariano Costamagna, che ha voluto ringraziare tutti, ma soprattutto la sua famiglia: «Mia moglie e mia figlia chiedendo scusa per tutte le volte che le ho trascurate per dedicarmi al lavoro. Sono stati anni di sacrifici, di grande impegno, di lavoro ed oggi è la realizzazione di un sogno».

Ha ricordato gli inizi, nel 1977, l'incontro con un altro cheraschese, Romano Bogetti, fondatore della Brc, il viaggio a Bologna che ha dato il via ad una collaborazione durata 15 anni.

Mariano ha coinvolto da subito il fratello Piero che sul palco ha ringraziato la famiglia: «I nostri genitori, papà Antonio e mamma Anna, che ci hanno permesso prima di studiare ai Salesiani di Fossano, poi ci hanno dato i loro risparmi per acquistare macchinari e attrezzature. Un grazie va anche alle nostre moglie, a Carla e Bruna, per anni, all’inizio gli unici introiti in casa erano i loro stipendi. Noi investivamo tutto nell’azienda».

Ha poi ricordato un momento particolare, con grande commozione: il 6 novembre 1994: l’alluvione a Moglia aveva allagato lo stabilimento. «Sembrava tutto perso quella domenica mattina. Invece abbiamo avuto un dimostrazione di attaccamento all’azienda straordinario, da parte dei dipendenti ma anche di tutta la comunità. In pochi giorni l’azienda è tornata in funzione, permettendoci di non perdere i clienti».

I lavoratori, hanno sottolineato i fratelli Costamagna, sono gli artefici principali del successo e domenica sono stati premiati quelli con oltre 25 anni di attività e i pensionati, oltre alle ditte satellite che hanno contribuito al successo dell’Mtm. In dono un quadro di Ugo Nespolo, realizzato per l'occasione, “che consente di portarsi a casa un pezzo dell'Mtm”.

A sottolineare il valore imprenditoriale della Mtm, il neopresidente di Confindustria Cuneo, Mauro Gola. Il sindaco Claudio Bogetti, consegnando ai fratelli Costamagna due targhe in segno di riconoscimento, ha concluso: «Grazie alla Mtm molti cheraschesi si sono fermati in città, famiglie che altrimenti sarebbero partite per città più grandi. Grazie alla Mtm tanti sono arrivati a Cherasco, città che ha registrato in questi ultimi decenni un boom demografico. Non dimentichiamo poi il sostegno che i fratelli Costamagna hanno sempre dato alla comunità, alle tante iniziative proposte dal Comune, al sostegno allo sport. L'Mtm non si limita a dare lavoro a tanta gente del nostro territorio, ma è parte integrante di questo, realtà attiva in tutti i settori della nostra comunità. Auguro ai fratelli Costamagna e alla Mtm di raggiungere ancora tanti traguardi, come quello che festeggiamo oggi. Sono traguardi che ci rendono orgogliosi, sono traguardi di tutta la città».

Home - Comune di Cherasco - Via Vittorio Emanuele 79, 12062 Cherasco (CN) - PIVA 00478570047

Email URP: urp@comune.cherasco.cn.it - Posta Elettronica Certificata: cherasco@postemailcertificata.it