Venerdì 11 settembre 2018, nella sala consigliare del Comune di Cherasco è stata presentata la XIII edizione della rassegna “Uto Ughi e la Santità Sconosciuta – Piemonte terra di Santi”. La grande musica, l’arte e la bellezza della XIII conferenza stampa presentazione uto ughi cherascoedizione del La Santità Sconosciuta si incontrano per la prima volta a Cherasco. La città dalle “ mura stellate” con il suo fascino antico accoglierà per 4 giorni, il suono sublime di Uto Ughi e l’estro dei giovani talenti che seguiranno la masterclass di alto perfezionamento del Maestro. Cherasco, luogo di storia che ha ospitato l’Armistizio di Napoleone, rappresenterà l’emblematico connubio tra la pace e il suo linguaggio universale: la musica, regina del festival.


L'associazione culturale Arturo Toscanini di Savigliano


L’Associazione culturale Arturo Toscanini di Savigliano, presieduta dai musicisti Natascia e Ivan Chiarlo, fin dalla sua nascita ha puntato a sostenere, promuovere e organizzare numerosi eventi musicali e culturali. Fra gli eventi più apprezzati e riconosciuti, ci sono sicuramente “ La Santità Sconosciuta Piemonte terra di Santi” , giunta alla sua tredicesima edizione (da sempre sotto la Direzione Artistica del Maestro Uto Ughi) e Anima Festival, che dal 2015 si svolge presso l’Anfiteatro dell’Anima a Cervere, spazio suggestivo e metafisico costruito proprio dai fratelli Chiarlo. Entrambe le rassegne - la prima estiva (Anima Festival) e la seconda (La Santità Sconosciuta) autunnale - ospitano personaggi di fama internazionale in svariati campi artistici. La Santità Sconosciuta - Piemonte terra di Santi” si ripete ogni autunno nei luoghi più suggestivi della Provincia di Cuneo, con punto nevralgico all’Abbazia di Staffarda. La novità 2018 è rappresentata dallo spostamento nella Città di Cherasco della manifestazione al fine di instaurare una consuetudine itinerante e volta a far conoscere e valorizzare le diverse territorialità della nostra Provincia cuneese. Di altissimo livello artistico i concerti del Maestro Uto Ughi che cura la Direzione Artistica de La Santità Sconosciuta e le Masterclass dedicate ai giovani musicisti di talento. Con questa manifestazione, l’Associazione si pone come missione la sensibilizzazione delle nuove generazioni attraverso azioni concrete di formazione e istruzione. L’Associazione Toscanini è attiva anche a livello internazionale: dal 2014 promuove il progetto “La musica e l’arte italiana incontrano il mondo” , che consiste in una serie di concerti e attività da realizzarsi presso le Ambasciate nel mondo, con il coinvolgimento del Ministero degli Esteri italiano. Tale iniziativa ha la finalità di diffondere la cultura musicale italiana nel mondo. All’interno della rassegna La Santità Sconosciuta -Piemonte terra di Santi, il Maestro Uto Ughi è da anni fedele ospite d’onore nelle attività dell’Associazione, nonché Co-direttore Artistico e docente della Masterclass internazionale di violino dedicata ai giovani musicisti. Insieme ai fratelli Chiarlo ha ideato il progetto Orchestra Giovani talenti italiani, quest’ultima costituita nel 2015 per offrire opportunità formative e lavorative ai giovani musicisti italiani. La ricchezza delle proposte di questo appuntamento, ormai molto atteso nel panorama culturale piemontese, intende diffondere la musica e l’arte stimolando anche la riflessione e il dialogo sui temi più profondi dell’esistenza e sensibilizzando, in particolare le nuove generazioni, attraverso azioni concrete di formazione e istruzione. La Rassegna comprende concerti di grandi artisti internazionali, prestigiose orchestre, e spettacoli e performance, teatro e danza, dibattiti e convegni, anche se è la componente musicale e concertistica ad avere il ruolo preponderante.



Il programma tra concerti, masterclass e buona cucina

 


L'inizio al santuario della Madonna del Popolo


Si inizia mercoledì 24 ottobre alle 21 nella suggestiva cornice del Santuario di Nostra Signora del Popolo con Uto Ughi e Andrea Bacchetti in Concerto per violino e pianoforte. In occasione del lancio dell’ultima incisione discografica del Maestro Ughi per Sony Classical dal titolo “Note d’Europa. Le più belle pagine del repertorio violinistico con i preziosi violini di Uto Ughi: Stradivari e Guarnieri del Gesù” il M°Uto Ughi, accompagnato dal Pianista Andrea Bacchetti, si esibirà in un programma di pezzi significativi della grande tradizione violinistica. Il titolo del Cd fa riferimento alle “7 Nazioni Europee coinvolte” , ciascuna delle quali è rappresentata da un brano emblematico di un grande compositore di quella nazione (Italia, Francia, Spagna, Austria, Polonia, Ungheria, Germania).


Rossini, musicista, gourmet e cuoco


Giovedì 25 ottobre alle 20, nella Sala Eventi Monastero di Cherasco Hotel “I Somaschi”, nel 150° anniversario della morte di Gioacchino Rossini (1792-1868) il musicista e musicologo napoletano massimo Fargnoli presenterà il libro da lui curato e l’autobiografia di Uto Ughi “Quel diavolo di un trillo” edito Einaudi, poi “I Péchés de Vieillesse di Gioachino Rossini” (Guida Editori Napoli 2015) con la partecipazione straordinaria del M° Uto Ughi e del pianista Andrea Bacchetti . Ad appena 37 anni, calato il sipario sul grande successo del Guillaume Tell, Gioachino Rossini chiude per sempre la sua meravigliosa esperienza nel mondo del melodramma. Un silenzio teatrale durato quasi otto lustri, fino alla morte, una “filosofica determinazione” che il musicista difende rifugiandosi dietro il muro della sua proverbiale pigrizia. Unica eccezione nei lunghi anni del silenzio compositivo - se escludiamo lo Stabat Mater - sono i Péchés de Vieillesse, i Peccati di vecchiaia come scherzosamente li chiama, che arrivano a rappresentare al meglio lo spirito dell’ultimo periodo della creatività rossiniana. Brevi pagine cameristiche, con l’eccezione della Petite Messe Solennelle, per la maggior parte pianistici, i Péchés sono un condensato di sottilissima ironia e di sofisticata “ingenuità” musicale, di amarezza e di bonomia, assolutamente avulsi dal contemporaneo clima romantico... Curatore del volume è Massimo Fargnoli, già direttore artistico dell’Orchestra Scarlatti della Rai di Napoli, presidente dell’Accademia Musicale Napoletana, il quale dal 2009 al 2015 ha proposto a Pesaro l’esecuzione integrale dei Péchés de Vieillesse in collaborazione con il Rossini Opera Festival. Durante la presentazione che si avvarrà dell’eccezionale presenza del grande violinista Uto Ughi, il raffinato ed eclettico pianista Andrea Bacchetti interpreterà proprio alcune pagine di tale famosissima raccolta, brevi interludi musicali ad una conversazione che prenderà svariate direzioni, data la centralità della figura di Rossini e l’estro comunicativo dei tre ospiti. Dal mondo creativo di un compositore come Rossini all’autobiografia di un grande talento interpretativo dei nostri tempi, lo stesso Ughi, che sempre interagendo con Bacchetti e Fargnoli, si racconta nel libro “Quel diavolo di un trillo” in una serata altrettanto densa di vibrazioni, per gli straordinari scenari che questo testo dischiude in ordine a luoghi incantevoli, mitici musicisti, irripetibili esperienze vissute da Uto Ughi nella sua particolarissima vicenda artistica esistenziale. A seguire una strepitosa “cena rossiniana” Rossini, maestro di musica e cucina. Ricette dal repertorio Rossiniano al Teatro del Monastero Somaschi. Se non fosse stato il grande musicista che sappiamo, Gioacchino Rossini sarebbe ricordato come raffinato gourmet ed eccelso cuoco. Nell’anno del Centocinquantenario della sua scomparsa, il tempo di una cena, scopriamo o riscopriamo alcune ricette nate dall’estro del maestro pesarese e raccontate dal giornalista e critico enogastronomico Alessandro Felis. Musica divina, cibi eccelsi, vini pregiati, racconti, aneddoti e curiosità animeranno lo spartito dei nostri sensi. (Per prenotazioni :Hotel I Somaschi 0172 488482).conferenza stampa presentazione uto ughi


Il concerto del sabato sera al Santuario


Sabato 27 ottobre alle 21 al Santuario di Nostra Signora del Popolo concerto Uto Ughi and Friends Nella magia di Cherasco, Uto Ughi e i suoi amici musicisti, per una serata di musica da camera. In programma musiche di Schubert, Mozart e Dvorak. Uto Ughi al violino, Maryse Regard al violino secondo, Raffaele Mallozzi alla viola e Luca Pincini al violoncello.


Una Masterclass con il maestro Uto Ughi


Dal 25 al 27 ottobre, dalle 10,30 ale 13 e dalle 16 alle 19,30, al teatro Salomone ci sarà invece la Masterclass di alto perfezionamento musicale in violino con Uto Ughi docente. Le masterclass sono gratuite ad evidenziare l’attenzione di Uto Ughi e dei fratelli Chiarlo verso i giovani e le nuove generazioni di musicisti.


Gran finale con le promesse del violino


Domenica 28 ottobre, alle 21, al Santuario di Nostra Signora del Popolo gran finale con il concerto dei migliori violinisti emergenti alla presenza del Maestro Uto Ughi. Tra i partecipanti il giovane violinista cuneese Indro Borreani che ha già deliziato con le note del suo violino i partecipanti alla conferenza stampa del 14 settembre.

 


Il sindaco: “Un onore ospitare questo prestigioso evento”


Commenta il sindaco di Cherasco, Claudio Bogetti: «Ospitare questa prestigiosa rassegna è per noi un onore. Cherasco da sempre punta sulla qualità delle sue manifestazioni, sposando eventi di alto livello. “Uto Ughi e la Santità sconosciuta” rientra senza dubbio in questo filone. La nostra è una città di storia, cultura, arte ed è dovere dell’Amministrazione promuovere eventi che continuino in questo percorso di riscoperta della bellezza che le varie forme d’arte offrono. Abbiamo voluto fortemente questo appuntamento, che ben si inserisce nelle nostre proposte. Il maestro Uto Ughi e gli altri musicisti della rassegna sono riconosciuti come artisti di fama internazionale, di altissimo livello e per noi sarà un orgoglio poterli ascoltare dal vivo in due location cariche di storia e di atmosfera, il Santuario della Madonna del Popolo e il monastero dei Somaschi. Ringrazio gli organizzatori e gli sponsor dell’evento che permettono alla città di Cherasco di vivere questa bella esperienza che sarà sicuramente densa di emozioni».

 

Il saluto delle Fondazioni


A testimonianza del prestigio della rassegna proposta dall'associazione Arturo Toscanini importanti realtà del territorio hanno voluto dare il loro sostegno. Gli organizzatori e il Comune ringraziano tutti gli sponsor che credono nelle proposte culturali e le sostengono finanziariamente. Giandomenico Genta, presidente della fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo commenta: «La Fondazione CRC sostiene per il triennio 2017-2019 questa iniziativa che si contraddistingue da sempre per una proposta di alto profilo culturale e per l’impegno nella formazione e nella valorizzazione dei giovani talenti musicali - dichiara Giandomenico Genta presidente della Fondazione CRC - La novità di questa edizione saprà sicuramente dare nuova energia all’iniziativa, contribuendo a far conoscere e riscoprire ogni anno, accompagnati dalla musica, le tante bellezze della nostra provincia».
Aggiunge il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Giovanni Quaglia: «La Fondazione CRT garantisce il proprio sostegno anche a quest’edizione dell’Anima Festival, vera e propria eccellenza del territorio cuneese, ‘fiorito’ negli anni grazie alla passione e all’impegno dell’Associazione Arturo Toscanini. La rassegna coniuga elementi “guida” della nostra mission e di traino per la crescita della comunità: sinergia, talento, formazione ad alti livelli, arte, storia, valorizzazione del paesaggio».
Gianni Rabbia è il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo. «La XIII edizione della Santità Sconosciuta-Piemonte Terra di Santi ha voluto spostarsi a Cherasco, abbandonando la tradizionale sede di Staffarda che la Fondazione CR Saluzzo ha sostenuto sin dai suoi inizi. Gli auguri di felice riuscita sono tuttavia molto sentiti, auspicando - grazie alla presenza del Maestro Ughi - il recupero della centralità saluzzese come piccola patria della più alta espressione musicale e concertistica in Piemonte».
Da sempre vicina alle iniziative del territorio, la Banca di Cherasco anche in questa occasione non ha voluto far mancare il proprio apporto. Giovanni Claudio Olivero, presidente della BCC di Cherasco: «La manifestazione La Santità Sconosciuta - Piemonte terra di Santi arriva per la prima volta a Cherasco e, come Banca del territorio, siamo lieti di dare il nostro contributo. Il lavoro dell’Associazione Arturo Toscanini e del Maestro Uto Ughi è di altissimo livello ed è finalizzato alla sensibilizzazione dei nostri ragazzi, giovani musicisti del territorio, attraverso eventi di formazione ed istruzione. È una grande opportunità, per noi tutti, poter partecipare a questa manifestazione, ai concerti, alle conferenze e ai diversi momenti conviviali organizzati dall’Associazione».
Aggiunge Giovanni Lanzoni, Global Family Banker Banca Mediolanum: «Quando i cari amici Natascia e Ivan Chiarlo mi hanno messo al corrente della loro scelta di portare questa manifestazione artistica a Cherasco, ho subito detto loro che li avrei sostenuti in tutti i modi possibili. Il motivo alla base di questa decisione, è l’eccellenza del Maestro Ughi e la sua capacità di trasformare musica senza tempo in qualcosa di percettibilmente bello, con l’idea di tramandare questo prodigio alle generazioni future tramite le masterclass, nella cornice della mia città e a pochi passi da casa mia».


L'inizio al Teatro dell'Anima, una scommessa vinta


A ricordare gli inizi dell'avventura dei fratelli Chiarlo e dell'associazione Arturo Toscanini del Teatro dell'Anima di Cervere, oggi location di prestigiosi eventi estivi che ha ospitato grandi nomi il consigliere regionale Franco Graglia: «All'epoca della proposta ero sindaco e quando Ivan e Natascia mi hanno parlato della loro intenzione sono rimasto un attimo a bocca aperta. Poi però ho visto la convinzione, la tenacia di questi straordinari fratelli e non ci siamo tirati indietro ed ora Cervere vanta questo gioiello che è richiamo estivo per i grandi eventi che riesce a proporre». Della stessa idea un altro cerverese, che non ha voluto mancare alla conferenza stampa, il senatore Giorgio Bergesio che ha sottolineato come eventi come La Santità Sconosciuta e gli appuntamenti del Teatro dell'Anima valorizzino il territorio.

 

Un sogno che si avvera in due location nel cuore della città


Un posto particolare nell'evento è per i giovani. Il Maestro Uto Ughi da sempre è attento ai talenti, a coltivarli, a dare loro lo spazio che meritano. «Questo è un sogno che si avvera. - ha commentato la vicepresidente dell'Istituto Comprensivo Sebastiano Taricco di Cherasco, Mara Degiorgis - Come scuola abbiamo attivato interessanti progetti proprio sulla musica ed avevo questo sogno, quello di far incontrare i nostri ragazzi con i grandi della musica, affinchè possano esserne incantati e gioire delle magiche note».


Due location nel cuore della città quelle scelte per la rassegna: il Monastero dei Somaschi e il Santuario della Madonna del Popolo, due luoghi cari ai cheraschesi, simboli della città. «È molto bello questo accostamento con la Santità Sconosciuta. – ha salutato il parroco don Angelo Conterno - Papa Francesco ha scritto recentemente un libro sulla santità piccola, della porta accanto, sconosciuta. Il Piemonte, lo sappiamo, è terra di Santi ed anche Cherasco vanta il suo grande personaggio, don Giacomo Alberione. Nato a Fossano, ha però trascorso nella nostra città la sua giovinezza e spesso i Paolini tornano a Cherasco sulle orme del beato Alberione».

 

Dove acquistare i biglietti per i concerti


I biglietti per i concerti del maestro Uto Ughi si possono acquistare presso circuito TicketOne oppure tabaccheria di Dogliani Ezio in via Vittorio Emanuele 77 a Cherasco. Le conferenze, le masterclass di violini ed il concerto del 28 ottobre sono gratuiti. Per la cena rossiniani prenotazioni allo 0172 48848.


Info: 340 6856173. 

 

Cherasco, 26 settembre 2018

Home - Comune di Cherasco - Via Vittorio Emanuele 79, 12062 Cherasco (CN) - PIVA 00478570047

Email URP: urp@comune.cherasco.cn.it - Posta Elettronica Certificata: cherasco@postemailcertificata.it

Email D.O.P.: matteo.odasso@outlook.com - Posta Elettronica Certificata D.P.O.: matteo.odasso@pec.it

Ulteriori Dati D.P.O.: Responsabile della protezione dei dati (D.P.O.) Dott. Matteo Odasso

Privacy Policy